Lego food - Photo by Pavel Anatolievich
10 Lug 2017

Siamo ciò che mangiamo: il circolo vizioso della cattiva alimentazione

/
Scritto da
/
Commenti0

Attualmente viviamo in uno stato di profonda insicurezza alimentare. Lo stile di vita che conduciamo ci porta a mangiare sempre più spesso in locali come le mense e i self service o in piedi al bancone del bar. Gli incontri sociali hanno come comune denominatore il cibo: un cibo industrializzato, alterato per esaltarne la palatabilità e sempre più sconosciuto in termini di nutrienti. Il prodotto di questa tendenza è una diffusa paura del cibo, una paranoia alimentare, un’insicurezza nel mangiare.

 

La conseguenza diretta riscontrabile sui soggetti che si espongono a questa cultura alimentare è l’accumulo del grasso di deposito e la perdita della propria fisicità. Allora giù con le diete fai da te, con l’acquisto di papponi preconfezionati venduti come miracolosi e acquistati con un semplice click da soggetti totalmente incompetenti. E questo in applicazione di allenamenti estremi, evidentemente inadeguati per il proprio stato fisico del momento. Qual’è il risultato? Sicuramente un corpo non nutrito, portato allo stremo delle forze con un’ulteriore perdita di massa muscolare (al netto degli scongiurabili infortuni di varia natura) e un ulteriore incremento dello stress con la conseguente ripresa dei chili perduti.

 

Come bloccare questo circolo vizioso? È possibile farlo attuando un programma che contenga un’adeguata alimentazione e un allenamento mirato, studiati appositamente per la persona dopo aver valutato attentamente la sua condizione fisica di nutrizione e idratazione. La combinata delle due nuove condizioni così pianificate conduce al successo in termini di fisicità, forza, performance atletica e soprattutto… di salute.

 

Lascia un commento

Ing. Gianluca Garau
×
Ing. Luca Linguini
×
Ing. Giancarlo Pintus
×
Ing. Cristian Meloni
×

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più accedi alla pagina dell’ informativa estesa sui Cookie

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi